RSS

Archivi tag: abusi sessuali

Immagine

Nasce l’Associazione Artemisia Gentileschi a Paola (Cs)

Annunci
 
 

Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,

Fuggendo dal FLDS: I seguaci stanno abbandonando in massa la famigerata setta

by Joanna Walters

La Setta poligama di Warren Jeffs crolla di fronte a una causa federale e ad un esodo di massa

 

FLDS

Uno chalet utilizzato come safehouse in cui un gruppo di sostegno si riunisce per coloro che sono fuggiti dall setta di Warren Jeffs, la Chiesa Fondamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel gennaio 2015.

 

Hildale, Utah – “Finalmente ho sentito parlare di questa cosa chiamata Facebook appena un anno fa. Non avevo idea di cosa fosse“, dice il 22enne Brigham Johnson strofinandosi nervosamente la barba ordinata.

FLDS

E’ imbarazzato per averci messo così tanto ad arrivare sui social-network. Ma quando finalmente l’ha fatto, la sua vita è cambiata.

Ho iniziato a collegarmi da un computer, anche se questo era proibito, e ho trovato alcuni vecchi amici che erano fuori. Mi sentivo, come, ‘Wow, essi hanno vissuto qui in città per tutto questo tempo’. E’ allora che ho capito che potevo lasciare” dice.

Così ha preparato un sacchetto in una notte del maggio 2013 e ha detto a suo fratello che se ne stava andando. Poi è uscito dalla Chiesa Fondamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (FLDS), la religione fuorilegge  nata in una remota cittadina al confine dello Utah in Arizona.

Gruppo segreto che ha rotto con il mormonismo per praticare la poligamia, il FLDS è divenuto  famoso per gli abusi  sui minori perpetrati durante il mandato del suo leader repressivo, il “profeta” pedofilo Warren Jeffs. Ora pur essendo in prigione a vita in Palestina, Texas, per violenza sessuale aggravata su minori, Jeffs continua ad esercitare un sorprendente potere sui suoi adepti da dietro le sbarre.

Fu solo in tarda adolescenza che Johnson ha cominciato ad avere dubbi su Jeffs e sui suoi insegnamenti e ha fatto delle ricerche attraverso un illecito accesso a Internet da un cellulare. Quando ha saputo che Jeffs era stato condannato per aver violentato bambine di 12 durante segreti rituali di sesso di gruppo in un tempio FLDS, il suo intestino si è lacerato. Johnson aveva contribuito a costruire quel tempio nel deserto vicino ad un paesello di Eldorado, quando aveva 14 anni.

Scoprire la verità fa male, tanto male” dice.

Johnson conosceva altri che avevano lasciato, tra cui il fratello, ma non aveva avuto contatti con loro finché non ha scoperto Facebook.

Ora, dopo due anni di lavori occasionali in California, Kansas e Wyoming, è un operaio edile a Salt Lake City e condivide la sua storia in un incontro clandestino nel villaggio remoto in cui è cresciuto. I 10 ex membri della chiesa presenti si sono riuniti su divani logori in un piccolo centro della comunità nelle città gemelle di Hildale, Utah e Colorado City, Arizona. Esse si trovano a cavallo del confine di Stato e sono spesso indicati dalla gente del posto con il vecchio nome della città di Short Creek o “Crick”.

 

FLDS

 

Il pubblico di Johnson è costituito da un centinaio di seguaci delusi che ha abbandonato  Jeffs e la religione. Alcuni hanno trovato nuovi modi per uscire, come il collegamento con gli altri all’esterno attraverso i social network. Altri stanno cercando rifugio in una rete in espansione di case sicure, dove i volontari prendono i fuggitivi nelle loro case in una zona della storica Underground Railroad, che una volta ha aiutato gli schiavi a fuggire. Mentre le fuoruscite stanno indebolendo la religione dall’interno, essa è anche sotto pressione esterna, attraverso una causa federale che aprirà le udienze quest’anno, e che alcuni credono consegnerà un colpo letale alla setta.

Siti come Facebook e Snapchat sono diventati la nuova autostrada per chi parte in modo da poter ristabilire il contatto con gli ex membri. E’ più facile lasciare adesso [il gruppo] di quando sono scappato 10 anni fa e non avevo idea di dove stavo andando“, dice Elissa Wall, che è fuggita dopo che Jeffs l’ha costretta a sposare il suo primo cugino, quando aveva 14 anni.  Ora la Wall aiuta gli altri ad uscire. I fuorusciti come lei a volte contrabbandano smartphone nella comunità per aiutare la gente ad entrare in Internet.

Non esistono statistiche ufficiali, ma Sam Brower, un investigatore privato con sede nello Utah che ha lavorato nelle succursali locali e federali in FLDS, dice che sempre più persone stanno lasciando “rispetto a quanto abbiamo visto per molti anni“. Egli ritiene che da 500 a 1.000 membri hanno lasciato negli ultimi uno o due anni e circa 10.000 rimangono, per lo più Short Creek, con altri sparsi in piccoli gruppi altrove.

Negli ultimi due anni, il Dipartimento di Giustizia sta conducendo un’indagine per i diritti civili nel regolamento a Short Creek, accusando il FLDS di essere una teocrazia corrotta, imposta da un dipartimento di polizia disonesto.

E’ mia opinione che andrà a processo … in un tribunale federale di Prescott, in Arizona. Credo che i federali hanno un caso forte“, dice Gary Engels, un investigatore in pensione con l’ufficio del Mohave County District Attorney che è stato determinante nell’ottenimento di Warren Jeffs sulla maggior lista dei ricercati dell’FBI nel 2005.

FLDS

 

L’incarcerazione di Jeffs potrebbe aver frenato il peggio della pedofilia, ma sono profonde le preoccupazioni sulla setta. Se il governo vince la causa potrebbe portare  alla chiesa la perdita del controllo della città, dove i sindaci di entrambi Hildale e Colorado City e i loro consiglieri comunali sono FLDS. Nella causa federale, anche le aziende di servizi pubblici locali e il dipartimento di polizia, conosciuto come l’ufficio del maresciallo, sono accusati di rispondere alla chiesa e di discriminare gli ex FLDS e i non credenti. Con una vittoria del governo, le autorità provinciali locali dovrebbero assumere funzioni comunali e delle forze dell’ordine e il FLDS dovrebbe affrontare pesanti sanzioni.

Blake Hamilton è un avvocato di Salt Lake City che difende Hildale e le aziende di servizi pubblici contro la querela DOJ. “Questo caso deve verte sul fatto che le attività delle forze dell’ordine, ecc, siano equi o discriminatori”, dice. “Non c’è bisogno di indagare su Warren Jeffs o sulla chiesa FLDS e sulle loro pratiche religiose … Anche se non è una religione popolare, essa è tutelata dal Primo Emendamento e le persone sono d’accordo sul fatto di  non voler essere giudicate per la propria religione“.

Il FLDS non ha risposto ad una richiesta scritta di commento inviato a Lyle Jeffs.

Brower accoglie con favore l’azione DOJ. E’ stato a lungo frustrante che i funzionari eletti, nonostante la loro difficile comunicazione, non abbiano fatto di più per ripulire Short Creek, che egli chiama “la città più senza legge d’America“. L’abuso infantile e la poligamia hanno a lungo prosperato qui, la chiesa è accusata di incoraggiare la frode e l’evasione fiscale da parte delle autorità in Utah e Arizona, e alcuni membri di utilizzare il lavoro minorile nelle loro imprese, il tutto con la minima interferenza da parte delle autorità.

Nel 2008, il senatore Harry Reid del Nevada ha detto che i gruppi poligami, come il FLDS, operano come “una forma di criminalità organizzata, in gran parte incontaminata dalle forze dell’ordine. Egli li ha accusati di usare la religione per nascondere la bigamia, la pedofilia, lo stupro, la frode, l’evasione fiscale e la “corruzione massiccia“, così come le “maniere forti” per controllare la loro gente. Ma lo sforzo di Reid di creare una task force federale per reprimere le violazioni è fallito, e l’attuale processo DOJ non affronta direttamente questi problemi. Tuttavia, in caso di successo, potrebbe paralizzare effettivamente il controllo della chiesa della comunità.

Il FLDS è anche indagato dal Dipartimento del Lavoro, nel tentativo di sradicare l’uso presunto della diffusione del lavoro minorile.

FLDS

 

Fuori dal centro della comunità in cui Brigham Johnson e le sue coorti si incontrano, non vi è alcun segno esteriore di agitazione della tentacolare città in gran parte residenziale. Le strade presentano insolitamente grandi case, progettate per le famiglie poligame. Quando li si avvicina, i residenti si rifiutano in maniera impassibile di parlare con “estranei“.

FLDS

 

Indossano abiti FLDS – abiti prateria in colori pastello per le donne e le ragazze, i loro capelli intrecciati in tuppetti francesi, e per gli uomini e i ragazzi, jeans e camicie a maniche lunghe, abbottonati fino ai polsi.

La città è caratterizzata da colori di sfumature dalle tonalità verde smeraldo che sono spettacolari all’alba e al tramonto. Ma in tutte le altre direzioni c’è il deserto arido che si estende per chilometri senza un altro edificio a vista.

Quasi un secolo fa, i membri del FLDS cominciarono a stabilirsi qui per la sua posizione isolata. Erano stati parte della religione mormone originale, che è nata negli Stati Uniti nel 19° secolo. Ma nel 1890 il governo federale ha chiesto che i mormoni ponessero fuorilegge la poligamia in modo da concedere loro il territorio dello Utah, dove si erano insediati. I puristi che erano in disaccordo con tale divieto, si staccò dalla chiesa principale e formarono gruppuscoli, che si fanno chiamare i fondamentalisti.

La chiesa principale è la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, o LDS, e il gruppo ribelle più noto divenne noto come il FLDS. Anche se le due parti  rinnegano l’un l’altra dal momento della scissione ad oggi, entrambe venerano il fondatore del mormonismo, Joseph Smith (un poligamo dedicato) e studiano i suoi testi sacri, tra cui il Libro di Mormon.

Mentre la LDS si è estesa in tutto il mondo nel 20° secolo e si è avvicinata alle tendenze dominanti, il FLDS ha fatto il contrario, consolidandosi attorno ad un piccolo gruppo hard-core, che ha preferito l’isolamento e l’estremismo religioso.

Oggi, l’élite della chiesa in Short Creek, composto dai fratelli di Warren Jeffs, Lyle e Nephi, tra gli altri luogotenenti scelti, vivono all’interno di un campo con alte mura con cancelli di sicurezza impenetrabile agli estranei e anche per membri della chiesa di ceto basso

Un altro dei partecipanti alla riunione segreta ha vissuto nel cuore di quel campo fino a che non è fuggito un anno fa – è uno dei figli Warren Jeffs.

Il  giovane uomo magro e pallido è nel suo 20esimo anno, ma preferisce non dare la sua età esatta o il suo nome completo, temendo ritorsioni dalla chiesa contro di lui o ai suoi familiari ancora nella setta.

Egli è curvo verso il basso, berretto da baseball calato, quasi come se volesse che la grande poltrona lo inghiottisse, ed è stato in silenzio per la maggior parte dell’incontro. E quando lo fa parla, con voce rotta, rivelando uno dei suoi primi ricordi del suo tempo con il padre.

Sono stato abusato sessualmente da lui a partire dall’età di 3. Per questi fatti egli è sotto processo – egli ha iniziato nella nostra famiglia anni prima” dice.

E’ una affermazione sorprendente, anche se Warren Jeffs è stato accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di minori in Texas, in Arizona, e complice di  incesto e di stupro nello Utah; è stato condannato all’ergastolo nel Lone Star State per aver sposato mogli minorenni di età inferiore ai 12 anni. Durante la condanna, una nipote di Jeffs ha testimoniato che Jeffs l’aveva violentata quando aveva 5 anni, e un’altra nipote ha raccontato che Jeffs aveva abusato di lei quando aveva 7 anni. Un’altra nipote che ha raccontato di essere stata violentata da Jeffs,  si è suicidata nel 2001. E il tribunale ha documentato dettagliatamente, come Jeffs ha ammesso in carcere, che egli era stato “immorale” con una delle sue sorelle e una delle sue figlie.

Sebbene  Jeffs sia stato accusato di incesto e condotta sessuale con minori in Arizona, non è mai stato processato lì, invece è stato condannato in Utah nel 2007 per stupro come complice per aver forzato Elissa Wall a sposare suo cugino.

In maniera discutivile, la condanna nello Utah  è stata capovolta nel 2010 a causa di istruzioni della giuria carenti, ed è stato istituito un nuovo processo, ma Jeffs è stato presto estradato in Texas per affrontare l’accusa più grave di violenza sessuale aggravata su minori. E’ stato condannato lì e condannato al carcere a vita.

FLDS

 

Quando mio padre è diventato leader, aveva così tanto potere che poteva fare quello che voleva. Egli era Dio in terra. Quando entrava nella stanza ero sicuro che sapeva quello che stavo pensando“, dice il figlio di Jeffs.

Gli uomini in FLDS comunemente prendono più di una moglie, mentre quelli più in alto nella gerarchia ecclesiastica ne sposano parecchie, qualche decina. Ma Warren Jeffs ha superato tutti.

Aveva 80 mogli“, dice il giovane Jeffs. “Quando avevo 14 anni, ho avuto madri che erano due o tre anni più giovane di me – avevano solo 11 anni. Erano le sue mogli, e quindi sono state considerate come mia madri“. Si dice che Jeffs abbia più di 250 figli.

Sembra sorprendente a coloro che sono fuori, ma gli altri alla riunione annuiscono.

Le ragazze nella FLDS sono educate sin dalla nascita a sposarsi giovani e, soprattutto, a voler sposare il profeta. Il figlio di Jeff non pensava che quello fosse sbagliato. Ora, egli dice: “Fa male davvero sapere quello che mio padre ha fatto e  sapere che lui è mio padre. Mi vergogno“.

Ha lasciato la religione lo scorso anno per le stesse ragioni che stanno spingendo molti altri a lasciare. La sua fede nel profeta è caduta quando ha appreso i dettagli della depravazione del padre. La vita quotidiana è diventata intollerabile come gli  editti di Jeffs, consegnati da dietro le sbarre, che sono diventati sempre più duri e apparentemente arbitrari.

Il FLDS è stato a lungo famoso per dividere le famiglie, in particolare gli uomini venivano inviati lontano dalla comunità a “pentirsi“, a volte per anni, per aver infranto le regole o per aver messo  in discussione gli ordini dalla leadership. Nel frattempo, le mogli degli uomini e i  bambini erano affidati ad altri uomini.

Ma molti di coloro che hanno lasciato da poco dicono che dal momento della sua condanna, Jeffs è peggiorato. Dopo aver ricevuto la sua condanna nel 2011, ha emesso un editto ai suoi seguaci che vieta tutti i matrimoni e anche le relazioni sessuali tra coppie sposate. Egli sta dividendo le famiglie fino a comandi pretenziosi come quello di  mandare i bambini lontano dai loro genitori e separare i mariti e mogli, a volte senza spiegazioni.

E’ successo al figlio di Jeffs, che è stato isolato dalla sua famiglia. “Non mi era permesso di parlare con mia madre, e se vedevo i miei fratelli in città, non mi permetteva di parlare con loro“.

Nel febbraio scorso, stava lavorando ad una costruzione, come faceva  fin dall’età di 14 anni, e aveva un contratto a Des Moines, Iowa, con un gruppo di lavoro FLDS. (I lavoratori sono pagati poco o nulla per lunghi tratti – il FLDS viene aiutato a vincere gare con contratti lucrativi, ma questo ha anche attirato l’attenzione del Dipartimento del Lavoro). Approfittando di essere lontano dagli occhi vigili dei membri devoti della FLDS , egli ha preso un telefono cellulare e alcuni soldi della retribuzione che gli  erano dovuti dal suo capo, ed è scappato via per prendere un taxi per l’aeroporto.

 

FLDS

 

Ha comprato un biglietto per Salt Lake City, dove ha continuato per Holding Out Guida. Essa è una  organizzazione di beneficienza che assiste persone che lasciano situazioni poligame, l’HOH è una delle principali fermate della ferrovia metropolitana che aiuta le persone che lasciano la setta. E’ stato grazie a Tonia Tewell, fondatrice del gruppo e direttore esecutivo, che il figlio di Jeffs ha avuto cibo e riparo quando è arrivato. Ora, lui ha un lavoro concreto.

Quando le persone si rivolgono a noi per un aiuto, noi non li giudichiamo“, dice Tewell. Ella si occupa di molti membri ex FLDS che sono fragili, alcuni si vergognano di essere vittime di abusi o semplicemente di essere ingannati dalla setta per così tanto tempo.

Il figlio di Jeffs figlio, che si dice “molto depresso“, pensa che sarebbe impazzito se non avesse avuto il sostegno di Tewell e dell’HOH.

Alcuni dei partecipanti alla riunione hanno lasciato il FLDS ma sono rimasto in città. Uno di loro è Isaac Wyler, ex comunicato da Jeff 11 anni fa, che ora aiuta gli altri che lasciano.

Il FLDS si sta sgretolando“, dice ora. “Stimo che da 500 a 1.000 persone hanno lasciato nel corso dell’ultimo anno, a volte intere famiglie“.

Conosce ex membri del FLDS che offrono le loro case come rifugi in Arizona e Utah. Ma il suo più grande desiderio è che le persone rimangano in Short Creek e aiutino a far pendere la bilancia della popolazione della piccola cittadina che ha preso le distanze  dalla chiesa – cosa che sta già accadendo.

Il supermercato controllato chiesa fino a pochi anni fa è chiuso, ci sono stati a malapena pochi negozi in città, così che  la maggior parte dei residenti sono costrette ad andare a più di 40 miglia di distanza dalla città di San Giorgio per acquistare generi alimentari. Ora, però, la città sfoggia un nuovo negozio di ferramenta, un negozio di cibi e di una caffetteria, il tutto aperto da non residenti in FLDS.

FLDS

E come segno dei tempi che cambiano, la scuola pubblica della città ha riaperto lo scorso autunno per soddisfare la recente domanda di coloro che hanno abbandonato la religione, 13 anni dopo essere stata chiusa perché Jeffs aveva ordinato ai suoi seguaci di essere analfabeti.

E l’anno scorso, a Short Creek è stato introdotto per la prima volta un grande marchio aziendale, di una filiale di un negozio di panini metrapolitana aperto sulla strada principale in città. Esso è  molto frequentato.

Tornato nel centro della comunità il figliodi  Jeffs si accende improvvisamente.

Un piccolo gruppo di sorelle, con cui non gli era permesso di parlare  mentre era in FLDS, l’hanno visto. Le giovani donne hanno recentemente respinto il loro padre come  profeta e sono uscite, ma hanno deciso di rimanere in città. Anche se non sono pronte a parlare pubblicamente, trasmettono un messaggio tramite un amico che crede che la verità circa il FLDS “ha bisogno di essere raccontata“.

Le donne si mostrano agitate al loro fratello, lisciandosi i capelli arruffati, mentre lui sorride timidamente. I fratelli ridono e si abbracciano, felice di essere di nuovo insieme – e liberamente.

Fonte: http://america.aljazeera.com/multimedia/2015/3/fleeing-the-flds-sect.html

———————————

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 aprile 2015 in Traduzioni

 

Tag: , , , , , ,

Lo SNAP chiama in causa la leadership JW per i casi di abusi sui minori

La Rete dei Superstiti Abusati da Preti (SNAP) ha espresso un parere, questa settimana, su una decisione della corte,  appellando i Testimoni di Geova come “burocrati“.

Vermont women

Lo SNAP sostiene che essi hanno usato “tecnicismi legali” per cercare di negare le vittime di abusi sessuali  in tribunale. Essi hanno “sperperato ogni autorità morale, che possono aver avuto, per glissare in tribunale, come criminali disperati determinati ad utilizzare qualsiasi strategia legale possibile, per salvare la propria reputazione e la carriera“.

Questo è in risposta alla decisione del Giudice J. Garvan Murtha del District Court degli USA, di respingere certe teorie giuridiche sollevate contro la Congregazione di Bellows Falls, nel Vermont e la Watchtower Bible and Tract Society Inc. di New York.  È stato affermato che essi hanno ignorato le denunce dei bambini che sono stati abusati sessualmente da un membro della comunità più di 20 anni fa.

I sopravvissuti agli abusi presunti coinvolti sono Annessa Lewis, 27 anni, che aveva quattro anni e Miranda Lewis, 23 anni, che aveva cinque anni quando le molestie cominciarono. L’abuso alle due bambine sarebbe stato perpetrato per più di un anno.

La denuncia originale sostiene che il presunto molestatore Norton True, un servitore di ministero, abbia abusato di almeno altri tre bambini prima dell’abuso delle sorelle Lewis. Gli anziani della congregazione di Bellows Falls “hanno scelto di non mettere in guardia … i membri della congregazione del reale pericolo che questi rappresentava per i bambini“.

Lo SNAP dice della decisione: “Ci auguriamo che alla fine essi (La Società Torre di Guardia) falliranno e che Miranda e Annessa Lewis possano essere in grado di esporre l’insensibilità e la  sregolatezza dei funzionari dei Testimoni di Geova durante il  processo“.

Gli avvocati che rappresentano le donne non hanno fatto una dichiarazione, ma Irwin Zalkin ha riferito al momento della presentazione iniziale: “I Testimoni di Geova hanno una politica che si fonda su un codice di silenzio quando si tratta della protezione dei bambini. Sono più preoccupati per lo scandalo e di evitare gli scandali piuttosto che della protezione dei bambini, che sono affidati alle loro cure“.

Si noti anche come nel difensore Norton True essi sono alla ricerca di scappatoie legali, quindi il loro cliente non dovrà affrontare almeno uno dei suoi accusatori.

True è rappresentato dagli avvocati Tom Costello, di Costello, Valente e Gentry in Brattleboro.

Costello ha detto che ora è in attesa della data di nascita di una querelante. Ha riferito che la gente ha sei anni successivi al proprio 18° compleanno per presentare denuncia contro qualcuno, per qualcosa che è successo loro quando erano bambini. Costello ha preannunciato che appena ricevuta la data di nascita, ha in programma di presentare una mozione per far chiudere il caso.

Maggiori informazioni:

SNAP – Press Statement Link

Brattleboro Reformer- Judge partially grants and partially denies JW motion to dismiss Link

Burlington Free Press – Jehovah’s Witness official molested girls Link

JWR – Vermont Two women continue child molestation motions Link

Zalkin Law Firm – Link

Image credit – WPTZ.com

Fonte: http://jehovahswitnessreport.com/court-actions/snap-calls-out-jw-leadership-over-child-abuse-case

———————————

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 aprile 2015 in Traduzioni

 

Tag: , , , , , ,

Il Culto di Geova mi ha cacciata, ma non lo ha fatto con l’uomo che mi ha violentata

Karen Morgan racconta che Sewell non èancora  stato “disassociato”, pur essendo stato incarcerato per 14 anni nell’anno scorso.

Karen Morgan, 38 anni, di Barry, è stata vittima del pedofilo Mark Sewell, ed ha rinunciato al suo anonimato per parlare del suo calvario.

 

Si denuncia che il Testimone di Geova stupratore Mark Sewell non è stato mandato via dell’organizzazione, mentre la vittima Karen Morgan si.

Karen, che ha rinunciato al suo anonimato, è stata abusata dal pedofilo quando era un’adolescente.

Ella fu espulsa dalla chiesa all’età di 17 anni, per avere un fidanzato.

Sewell non è stato ‘disassociato’

Il 39enne contestato, Sewell, non è stato ancora “disassociato” pur essendo in carcere per 14 anni dall’anno scorso. Un portavoce di Geova si è rifiutato di negare ciò.

Anche se un violentatore ammette il fatto, finché si pente potrebbe non essere disciplinato“, ha riferito Karen.

Se dicono, ‘Mi dispiace, io non lo farò più’, vengono lasciati in pace e la congregazione non ne è mai messa a conoscenza“.
Colpevole di otto reati sessuali

Sewell è risultato colpevole di otto reati sessuali, tra cui uno stupro che ha lasciato la sua vittima adulta incinta e un abuso sessuale nei confronti di una ragazza di 12 anni.

In alcuni casi, un aggressore potrebbe essere disassociato per tre anni, ma poi riammesso“, ha detto Karen.

Ma nessuno dice perché è stato disassociato“.

Church elder Mark Sewell, 53, was jailed for 14 years at Merthyr Crown Court for sexually abusing women worshippers

L’anziano Mark Sewell, 53 anni, è stato imprigionato per 14 anni dalla Merthyr Crown Court per aver abusato sessualmente delle donne fedeli [della congregazione, ndt]

Sewell una volta è stato espulso per ubriachezza e per un atteggiamento negativo. Poi è stato riaccolto.

Anche se è risultato colpevole di abusi sessuali egli non è ancora stato disassociato“, ha detto Karen.

Egli è ancora un Testimone. So che sta scrivendo per i Testimoni di Geova, perché mi è stato riferito“.

Ho chiesto loro perché non è stato disassociato ed essi non sono stati in grado di darmi una risposta” ha riferito Karen, che era un membro della congregazione di Barry.

“E’ una setta”

L’unica risposta che ho ricevuto è ‘Queste cose richiedono tempo‘”

Karen è stata disassociata da adolescente, perché il suo ragazzo non era un Testimone.

Non sono mai tornata e sono ancora disassociata,” ha detto.

Lei in strada viene ignorata dai Testimoni.

Essi non parlano con me“, ha raccontato Karen. “Ma sono autorizzati a parlare con lui.”

Ecco come è stupida questa regola“.

Karen ha detto di aver chiesto agli Anziani di Berry di ricevere una lettera di scuse per non averle creduto su Sewell. Non è arrivato nulla.

Azioni legali

Karen e la vittima di un altro Testimone di Geova stanno cercando di citare in giudizio l’istituzione per quello che è successo. La religione ha già versato milioni di dollari negli Stati Uniti dopo essere stata sommersa da scandali.

Tutto quello che volevo da loro è che mi chiedessero scusa“, ha detto Karen.

Perché non bastava chiedere scusa? Si suppone che essi credono nella Bibbia“.

Quando gli articoli su di lei sono stati condivisi su Internet ella  è stata soprannominata “apostata“.
Ignorato dalla famiglia

Lloyd Evans, la cui  famiglia proviene dal Galles, ora gestisce il sito JWSurvey. La sua famiglia lo ha ignorato quando ha lasciato l’organizzazione.

Egli sostiene che quanto è successo all’interno dell’organizzazione presuppone l’importanza di fare domande, così come viene fatto per la Chiesa Cattolica.

Con la Chiesa Cattolica sembra essere il caso quando i sacerdoti e le persone che lavorano per la Chiesa hanno abusato delle loro posizioni“, ha detto. “Ma con i testimoni può farlo solo un membro regolare della congregazione“.

I Testimoni considerano gli abusi sui minori “prima di tutto un peccato, e in secondo luogo un crimine“.

Se una persona nella congregazione crede che la propria figlia viene molestata e il molestatore è nella congregazione, invece di chiamare la polizia subito, viene indottrinata a non portare il proprio fratello in tribunale“, ha detto Lloyd.

Gli anziani sono attendibili

Loro andranno dagli anziani per dire ‘Questa persona ha molestato mia figlia.’

Gli anziani dovranno poi esaminare il problema.”

Gli anziani sono considerati attendibili da Geova. Mark Sewell era un anziano.

Se l’imputato non confessa il peccato, e non ci sono altri testimoni, si dovrebbe lasciare la questione nelle mani di Geova“, ha detto Lloyd.

Le cause civili contro i Testimoni di Geova potrebbero portare ad altri casi.

C’è la possibilità che altre vittime si sentiranno più in grado di farsi avanti per cercare di portare rivendicazioni legali e gli avvocati sentiranno che  c’è più possibilità di successo“, ha detto l’avvocato Anand Doobay.

La polizia può far emergere prove che non si conoscevano.

Questo può portare alla polizia l’apertura di un’indagine penale“, ha detto Doobay.

Non vi è alcun limite di tempo su quando un’indagine penale possa iniziare.

Posizioni di fiducia

Un portavoce dei Testimone  di Geova, ha dichiarato: “Abbiamo cercato di educare le famiglie per cercare di educare e proteggere i loro figli, in modo che i bambini possano proteggersi se si trovano in questa situazione.”

Se un testimone di Geova risulta aver abusato di qualcuno “se ha una posizione di fiducia egli perde la sua  posizione di fiducia.”

Alla domanda sul perché le rivendicazioni su Sewell che non è stato cacciato via,  il portavoce di Geova ha insistito “non possiamo commentare su situazioni specifiche.”

Noi non diamo informazioni personali,” ha detto.

Fonte: http://www.walesonline.co.uk/news/wales-news/jehovah-cult-kicked-out—8891636

———————————

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 22 marzo 2015 in Traduzioni

 

Tag: , , , , , , , ,

David ‘Martin’ Burridge, che vive vicino a Fordongianus, è accusato di aver molestato una ragazza in più occasioni tra il 1975 e il 1983

David Martin Burridge vicino al tribunale di Bournemouth Crown David Martin Burridge at Bournemouth Crown Court

Un tribunale ha ascoltato un testimone Geova che aveva detto ad una giovane ragazza che le stava offrendo la sua “coccola speciale” ed ha abusato di lei.

David Burridge – conosciuto anche con il suo secondo nome di Martin – è accusato di aver molestato una giovane in più occasioni tra il 1975 e il 1983 a Bournemouth, così come di un abuso nei confronti di un bambino di sesso maschile tra il 1999 e il 2001.

Il sessantaduenne di Station Road in Alderholt, nei pressi di Fordongianus, nega le accuse contro di lui.

Matthew Farmer, che perseguire il caso a Bournemouth Crown Court, ha detto ai giurati, il ​​primo giorno del processo contro Burridge, che la presunta vittima aveva capito  quello che le stava succedendo solo quando le è stata insegnata l’educazione sessuale nella sua scuola.

Ha detto: “la denunciante ha avuto una vita abbastanza travagliata dopo [il presunto abuso] in termini di sua salute mentale”.

“Non molto tempo fa, nel 2012, ebbe una dose eccessiva e [poi] finalmente ha raccontato alla sua famiglia quello che era successo”.

Il sig. Farmer ha riferito che il presunto reato sessuale contro il denunciante maschile ha avuto luogo quasi due decenni più tardi in una sola occasione.

“[La presunta vittima] ricorda di sentirsi imprigionato” ha detto.

E’ stato mostrato ai giurati un colloquio video della polizia con la donna.

In esso, ella ha riferito: “Egli spesso usava farmi coccole speciali”.

Ella ha aggiunto: “Non sapevo  al momento che ci fosse qualcosa di sbagliato in questo  coccolare. E’ stato così fino a quando sono cresciuta ed ho capito che era tutto molto, molto sbagliato -. Stavo facendo educazione sessuale a scuola”.

Ha detto che l’imputato le aveva detto di essersi “innamorato” di lei, aggiungendo: “Ho pensato che era piuttosto bello, al momento”

Burridge nega i cinque capi di offesa al pudore e uno di offesa al pudore di un maschio.

Il processo continua.

Fonte: http://www.dailyecho.co.uk/news/district/newforest/11848169.Jehovah_s_Witness_accused_of_abusing_youngster_told_her_he_was_giving_her_a__special_cuddle___court_told/

—————————————–

 

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 11 marzo 2015 in Traduzioni

 

Tag: , , , , , , , ,

Le tecniche per indurre il silenzio tra i Testimoni di Geova: terrificanti quanto la pedofilia

Gli anziani della mia congregazione sapevano che c’era un predatore in mezzo a noi. Ma hanno minacciato di punire chi avesse parlato.

 

DO NOT USE!!!

Candace Conti da bambina. Photograph: Candace Conti

Crescere in una famiglia di Testimoni di Geova è diverso. Da bambina non festeggiavo compleanni, il Natale o il 4 luglio. Né io nè chiunque conoscessi ci mescolavano con famiglie non Testimoni o del Little League o delle Girl Scouts. Invece, ho trascorso molto del mio tempo a condividere la “buona notizia“. Andavo spesso nel servizio di porta in porta da sola con un uomo grande e forte, ben voluto nella mia comunità, di nome Jonathan. Io avevo solo 9 e 10, quando ha ripetutamente abusato sessualmente di me.

E’ davvero difficile per i bambini raccontare di essere stati abusati. Ma i Testimoni di Geova lo rendono ancora molto più difficile.

Hanno una regola dei “2 Testimoni”, secondo cui chi accusa un adulto di abuso deve avere un secondo testimone. Se non c’è un secondo testimone, l’accusatore è punito per falsa accusa – di solito viene ordinato che nessun Testimone possa parlare o possa accompagnarsi con il “falso” accusatore. Questo si chiama disassociazione. Per un ragazzino, cresciuto solo con altri testimoni, ciò era orribile. Anche i propri genitori avrebbero dovuto essere ignorarti. Questo era più terrificante di Jonathan stesso.

Erano gli anziani della mia congregazione ad aver assegnato Jonathan a collaborare con me. Quando ci separavamo dagli altri, egli mi costringeva a salire sul suo pick-up e ad andare a casa sua. Poi diceva “Giochiamo“. E’ successo troppe volte. Come a tutti gli altri nella congregazione, anche ai miei genitori piaceva il “Fratello” Jonathan e lui aveva la fiducia della nostra famiglia.

I miei genitori sono stati consumati da alcuni  problemi davvero enormi in quegli anni, e poi hanno divorziato. Io ero emotivamente da sola – e volevo essere la migliore testimone di Geova che avessi potuto essere. È per questo che sono andata fuori al servizio di campo – il porta in porta, quale ministero per cui i Testimoni sono noti.

Ciò che i miei genitori non sapevano, era che Jonathan aveva molestato sessualmente un’altra ragazza nella nostra congregazione. Gli anziani lo sapevano e l’avevano tenuto segreto. Stavano seguendo gli ordini da parte dei leader della Torre di Guardia, con sede mondiale a New York, che nel 1989 avevano emesso un’istruzione top-secret per mantenere i noti abusatori sessuali su minori nelle congregazioni in segreto. Questa istruzione è diventata l’Allegato n. 1 al mio processo civile.

Gli anziani e il Consiglio Direttivo sapevano che i molestatori di bambini si nascondono in gruppi religiosi e spesso sono persone che sono simpatiche e cordiali – come Jonathan. Sapevano che i molestatori avrebbero probabilmente potuto farlo di nuovo. Ma hanno scelto di ignorare la sicurezza dei bambini, a favore della protezione della loro immagine – e il loro conto in banca – dalle cause legali. Era tutto scritto in quella lettera del 1989.

Un recente rapporto del Center for Investigative Reporting ha rivelato che essi hanno continuato ad inviare direttive sollecitando il silenzio intorno agli abusi sui minori. Lo scorso novembre, gli anziani sono stati istruiti ad evitare di denunciare reati penali, come gli abusi sui minori, alle autorità. Invece, fu detto loro di gestire il tutto internamente nei comitati riservati. Il rapporto ha anche mostrato che i Testimoni di Geova evocano il Primo Emendamento per nascondere le denunce di abusi sessuali.

Ho dovuto sapere di  altre vittime di Jonathan per parlare. Nel 2009, ho guardato sul sito legale  di Megan in California, dove sono registrati in una lista ufficiale gli autori di reati sessuali. Lì ho trovato che egli  era stato condannato pochi anni prima per aver abusato sessualmente di una bambina di 8 anni. Mi sentivo terribilmente in colpa per non aver parlato di lui in precedenza. Ora ho bisogno che i  predatori la smettano di farlo di nuovo.

L’unico modo per porre fine a questo abuso è sollevare questo velo di segretezza una volta per tutte.

Fonte: http://www.theguardian.com/commentisfree/2015/mar/02/jehovahs-witnesses-silencing-techniques-child-abuse?CMP=share_btn_tw

———————————

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 2 marzo 2015 in Traduzioni

 

Tag: , , , , , ,

I sopravvissuti all’Abuso sono chiamati “bugiardi” da Stephen Lett, membro del Corpo Direttivo JW

JW-TV Stephen Lett

Il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova ha sottoscritto oggi un insulto pubblico. Questo insulto è stato fatto contro i minori, vittime di abusi,  e contro coloro che hanno subìto abusi sessuali e violenza domestica.

In una presentazione scandalosa su JW-TV Stephen Lett, membro dei Testimoni di Geova del Corpo Direttivo appella le vittime di abusi come bugiardi.

watch?v=qbXeBXRFNcI

 

A differenza del Papa Cattolico, questo ‘grande’  leader, Stephen Lett, rifiuta di scusarsi e si rifiuta di riconoscere qualsiasi dolore vissuto dai superstiti. Si aggrava l’abuso con la negazione e il rifiuto di cambiare le politiche dannose. La negazione e l’appellativo dei superstiti dall’abuso come bugiardi sono abusi secondari.

Gli adulti molto coraggiosi e i bambini, che vedono i loro aguzzini condannati in tribunale, non volevano essere vittime. Non volevano essere intervistati dalla polizia o vivere procedure giudiziarie. Non volevano parlare di quello che è successo a loro in un gruppo di anziani. Non volevano parlarne ai loro genitori o amici. In realtà, molti non possono nemmeno raccontare gli  abusi e devono ancora recarsi dalla polizia, ma non sono in grado di farlo per paura di perdere i genitori e gli amici.

Non è facile sedersi di fronte ad una persona che ha violato un impegno sacro. In alcuni casi, i dati condivisi in udienza pubblica sono troppo terribili anche per essere riferiti dai giornali.

Diventando coraggiosi con il supporto di professionisti i sopravvissuti da abusi stanno cominciando a parlare. Lo fanno per fermare i colpevoli. Lo fanno per trovare la guarigione. I bambini e gli adulti fanno passi in avanti, spesso portando il senso di colpa e la vergogna che è riversato su di loro da chi abusa e da una organizzazione della negazione.

Frequentano campi dove gli anziani li ignorano e mostrano amore e considerazione per la persona che ha tolto loro l’innocenza. Si siedono per giorni nei tribunale ignorati dai loro familiari Testimoni di Geova. Si siedono di fronte a degli anziani che li mettono in dubbio, come bambini, circa l’abuso e che poi non sono riusciti ad accompagnarli alla polizia e si sono rifiutati di rilasciare dichiarazioni.

Molti sopravvissuti ci hanno messo anni per trovare il coraggio di sussurrare un nome e di resistere ai loro aguzzini in un tribunale di diritto.

Oggi, un gruppo di sopravvissuti di abusi vuole parlare direttamente al Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova per dire: “Quando ci si chiamate bugiardi, dovete anche chiamare la polizia, i giudici e la giuria, bugiardi“. “Gli autori sono stati riconosciuti colpevoli da una Corte“.

Chiediamo scuse per questa affermazione ridicola“.

Il video dell’anziano Stephen Lett sarà condiviso ai governi, alle agenzie di abusi sui minori e di indagini abusi sui minori, ai dipartimenti delle Nazioni Unite per la protezione dei minore e agli avvocati. Questo tipo di dichiarazione rende nulla la credibilità dell’organizzazione JW. Essa fornisce prove che il Consiglio di amministrazione non ha pietà dei testimoni affiliati, e che non ha alcuna intenzione di cambiare le politiche ed è predisposto a consentire ai bambini di soffrire
Rachel Robbins che è stata abusata da bambina e la cui figlia fu abusata sessualmente da suo nonno Testimone di Geova per otto anni ha detto oggi:

A volte il vuoto e il dolore che sento mi consumano. Sorrido, ho fatto buon viso a cattivo gioco, ma a volte il pensiero di quiete e oscurità è così confortante che mi ritrovo a desiderare di  andare a dormire e di non svegliarmi. E’ difficile vivere sapendo di essere stati abusati. Essere chiamati  bugiardi è molto doloroso quando si sa di dire la verità. Obbedendo agli anziani, i miei genitori hanno spazzato tutto sotto il tappeto. Io non ho  ricevuto alcun aiuto.
A volte, ho dovuto chiedere a me stessa se era accaduto, perché nessuno ne avrebbe parlato con me. Ma so che è accaduto. Avevo solo 6 quando è iniziato, ed è andata avanti per anni. So che non ero l’unica ad essere stata abusata. Siamo stati tutti definiti bugiardi, ma so che loro sapevano.

Avanti veloce fino all’età adulta/genitorialità e per quello che è successo a me, ho sempre avuto paura che ciò accadesse ai miei figli. Ho provato così duramente a tenerli al sicuro fino al punto di paranoia, a volte.

Siamo diffamati.
Siamo definiti come bugiardi.
Abbiamo evitato.
Per cosa? Per esporre i molestatori di bambini e per ottenere una qualche forma di giustizia.
Ma ancora ci fanno sentire come inutili. Come se la nostra sofferenza non ha importanza“.

Wendy, che è stata violentata da testimone di Geova dall’anziano Mark Sewell, ha detto
Quando sento queste ridicole osservazioni di chi ci chiama apostati per portare la verità, mi sento la rabbia completa e totale all’interno. Ho la sensazione che aumenti l’ansia. Come osano dire ciò? Nel mio caso gli anziani hanno distrutto tutte le prove“.

Un’altro sopravvissuta all’abuso ha riferito: “Non riesco ancora a parlare di quello che è successo a me da bambina di 10. Sono andata alla polizia da adulta, e sono stati gentili, e mi hanno creduto. Ho scoperto attraverso di loro che il mio aggressore era morto, ma ancora ho voglia di sapere chi era e cosa ha fatto.

Hanno intervistato la mia famiglia JW. La mia famiglia ha ammesso che sapevano e non avevano detto niente come ci si aspettava, perché gli anziani sostenevano che  niente di più doveva essere fatto. E’ doloroso sapere la mia famiglia ed io abbiamo rispettato questo. Le politiche permettono che questo accada, e il Consiglio di amministrazione dovrebbe essere chiamato a rispondere.

Chiamare le persone bugiarde per aver avuto il coraggio di denunciare un molestatore di bambini è spregevole“.

Karen Morgan è stata abusata da bambina da Mark Sewell che ora sta scontando 14 anni di carcere (e che non è stato disassociato) ha detto semplicemente: “Mi piacerebbe vedere una dichiarazione della Bethel che delinea esattamente quello che sostengono di offrire alle vittime e alle loro famiglie. Continuano a dire di fare qualcosa, vediamo esattamente quello che fanno“.

L’indignazione per i sopravvissuti agli abusi è comprensibile.

Lee Marsh, presidente di AAWA (avvocati per la consapevolezza degli abusi Watchtower) afferma che “i commenti di Lett sulle vittime di abusi servono ad uno scopo: intimidire i testimoni di Geova nel cercare la verità. E’ un tentativo di incutere la paura di parlane nelle vittime. Potrebbe essere stato utile quando le vittime pensavano di essere uniche, ma ora esse stanno leggendo storie di centinaia di altre vittime di tutto il mondo, con storie simili di abusi sessuali da parte di testimoni di Geova e di come sono stati tutti messi a tacere con minacce di espulsione, per poterne parlare.

Esse si rifiutano di tacere ora.

L’AAWA supporta tutte le vittime che sono state abusate da coloro di cui potevano fidarsi di più – i loro compagni Testimoni“.

Lee Marsh ha scritto un articolo che va in qualche modo a spiegare perché è così importante che le  vittime di abusi siano credute e perché dovrebbero raccontare le loro storie. L’articolo di Lee “Perché raccontiamo le nostre storie” lo si può leggere qui.

Per maggiori informazioni

Avvocati per la consapevolezza di Watchtower abusi (AAWA).

Editor –
Stephen Lett su JW-TV racconta ai Testimoni di Geova di rifiutare “false storie che sono progettate per separarci dalla organizzazione di Geova“. Stephen Lett, ha detto, “pensate che le menzogne ​​e le disonestà degli apostati sostengono che  l’organizzazione di Geova è permissiva verso i pedofili. Voglio dire, che è ridicolo, non è vero? Se qualcuno interviene contro qualcuno a minacciare i nostri giovani, a prendere provvedimenti per proteggere i nostri giovani, è l’organizzazione di Geova. Respingiamo a titolo definitivo di tali menzogne“.

 

———————————

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

Fonte: http://jehovahswitnessreport.com/blog/abuse-survivors-called-liars-by-stephen-lett-member-of-jw-governing-body#more-3543

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 febbraio 2015 in Traduzioni

 

Tag: , , , ,

 
controllomentale

A cura di Lorita Tinelli