RSS

C’è stato un occultamento: donna sessualmente abusata da un leader membro della comunità dei Testimoni di Geova si racconta

16 Feb

by Will Frampton

Una donna abusata sessualmente da bambina da suo cognato  ha accusato la sua vecchia congregazione di aver coperto il crimine.

Helen Doe fu abusata da Barry Furlong, un ex servitore di ministero nella comunità dei Testimoni di Geova e marito di sua sorella Kim, durante una riunione di famiglia quando lei aveva 10 anni.

Furlong, quando aveva 30 anni, l’aggredì e poi le le intimò che se avesse raccontato qualcosa non sarebbe entrata nel ‘Nuovo Ordine’ – un termine che indica la presunta seconda ‘venuta’ di Gesù.

Furlong, a 69 anni, è stato incarcerato per cinque anni e tre mesi, dopo essere stato giudicato colpevole di aver aggredito sessualmente quattro diverse vittime negli anni 1970, ’80 e ’90.

La signora Doe, che ha rinunciato al suo diritto di anonimato, ha raccontato di aver raccontato ai suoi genitori dell’abuso tre anni più tardi, ma piuttosto che la polizia essi hanno contatto gli anziani della congregazione che colpevolizzarono lei per quello che era accaduto.

In effetti mi hanno detto che stavo mentendo, che ero una ragazza cattiva, che ero sporca mi consigliarono di andare avanti con la mia vita“, ha raccontato.

Dopo che ho fatto tutto ciò probabilmente ho fatto del male a mia mamma. Perché lei non mi credeva, essi non mi hanno mai creduto“.

Mi sentivo orribile per questo, ma lei non mi ha creduto e diceva che  volevo farla soffrire“.

Ora a 44 anni, la signora Doe ha raccontato di essere cresciuta come parte di una fitta comunità di Testimoni di Geova, ed era stata in grado di sfuggire alla compagnia Furlong.

Ogni volta che venivano mi sentivo male“, ha riferito.

In parte a dispetto dei suoi genitori lei rimase incinta a 15 anni e abbandonò la scuola.

E’ semplicemente sbagliato, questo reato avrebbe dovuto essere denunciato alla polizia“, ha detto.

Mamma e papà non mi hanno creduto a causa della loro religione, ma il benessere dei bambini dovrebbe venire prima delle credenze“.

Ora mi sento in colpa perché forse se avessi segnalato questo al momento  altre persone non avrebbero sofferto“.

La signora Doe, che ora vive nel Bournemouth, ha detto che le vittime di abusi non devono aver paura di farsi avanti.

Io sono stata troppo spaventata per tutta la mia vita a riferire questo alla polizia“, ha detto.

Ma ora, forse, in un paio di anni, potrò essere in grado di avere una vita normale“.

 

?ref=vidshare

LA RISPOSTA DELLA CHIESA

Il  Daily Echo ha contattato il quartier generale dei Testimoni di Geova a Londra per una risposta alle osservazioni della signora Doe.

Hanno ribadito che la fede ha “un’aberrazione assoluta e inequivocabile per gli  abusi sui minori“.

Un portavoce ha risposto che la congregazione supporta le  vittime di abusi, ma che non vengono automaticamente denunciati  i reati sospetti alla polizia perchè si ritiene che sulla questione debbano decidere  le vittime e le loro famiglie.

In un comunicato la congregazione ha riferito che “i trasgressori impenitenti” sono stati espulsi dalla organizzazione e sono evitati dagli altri aderenti.

La congregazione pubblica informazioni per aiutare le famiglie e i bambini ad essere protetti dagli abusi sessuali sul suo sito web http://www.jw.org e in Svegliatevi! e sulla rivista Torre di Guardia.

Fonte: http://www.bournemouthecho.co.uk/news/11795205.___It_was_a_cover_up_____Woman_sexually_abused_by_leading_member_of_Jehovah___s_Witness_community_speaks_out/?ref=mac

———————————

Traduzione di Lorita Tinelli

Avvertenza: Questa traduzione non è stata realizzata da traduttori professionisti, pertanto ci scusiamo per eventuali errori.

Gli articoli apparsi su questo blog possono essere riprodotti liberamente, sia in formato elettronico che su carta, a condizione che non si cambi nulla e  che si specifichi la fonte

 

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 febbraio 2015 in Traduzioni

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
controllomentale

A cura di Lorita Tinelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: